ECCO UN ALTRO CASO DI INVASIONE E BUONISMO :Devastano centro di accoglienza e aggrediscono gli operatori, nigeriani arrestati

RISSA

Devastano centro di accoglienza e aggrediscono gli operatori, nigeriani arrestati | Imola Oggi

epa04907462 Migrants protest in front of the Keleti Railway Station after police closed the station in Budapest, Hungary, 01 September 2015. Hungarian police closed the main train station in Budapest from where scores of migrants were hoping to travel to Western Europe. The refugees arrived in Budapest via the so-called Balkan route, across Turkey, the Aegean Sea and Greece, Macedonia and Serbia.  EPA/ZOLTAN BALOGH HUNGARY OUT

Con le accuse di danneggiamento, percosse e minacce, marito e moglie, di origini nigeriane (quindi clandestini, non profughi), ospiti del centro Sprar per i cittadini richiedenti asilo o rifugiati di Fardella (Potenza), sono stati arrestati dai Carabinieri.

Dopo non aver percepito il “pocket money” – a causa della mancata partecipazione al corso di lingua italiana – i due hanno cominciato a protestare con violenza, danneggiando gli arredi del centro e aggredendo gli operatori che hanno chiesto l’intervento dei militari.

FONTE:IMOLAOGGI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)
SEGUICI SU FACEBOOK(A TE UN LIKE NON COSTA NULLA A NOI CI AIUTA A CRESCERE)
[wpdevart_like_box profile_id=”467111966785825″ connections=”6″ width=”600″ height=”200″ header=”0″ locale=”it_IT”]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


6 + 7 =