Riconosciuto da una donna scafista” tra i profughi, è il caos, lo salva la polizia dal linciaggio

centri-sociali-670x274

 

ALFANO

Una donna ha riconosciuto lo “scafista” che guidava la barca con cui lei stessa – insieme al figlio piccolo – è arrivata in Italia. E’ successo nella zona di Porta Venezia, dove si “radunano” i profughi eritrei. La donna stava passeggiando e ha iniziato a urlare, nella sua lingua, richiamando l’inevitabile attenzione di tutti i suoi connazionali.

Decine di persone hanno “accerchiato” l’uomo indicato dalla profuga, e nel caos qualcuno voleva linciarlo, qualcuno si opponeva. E’ successo l’1 settembre e lo riferisce Repubblica. Ben presto sono arrivate le volanti della polizia a sirene spiegate. Gli agenti hanno faticato a riportare la calma, ascoltando le testimonianze di varie persone. Nessuno sarebbe stato fermato.

 

http://www.milanotoday.it/

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)
SEGUICI SU FACEBOOK(A TE UN LIKE NON COSTA NULLA A NOI CI AIUTA A CRESCERE)
[wpdevart_like_box profile_id=”467111966785825″ connections=”6″ width=”600″ height=”200″ header=”0″ locale=”it_IT”]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


9 + 8 =