IMMIGRATI IN GERMANIA? IMPARARE LA LINGUA, TROVARE UN LAVORO E RIGARE DRITTO. TROVA LE DIFFERENZE CON L’ITALIA

 

Expand this article

merkel-hollande

“Gli immigrati che si stabiliscono in Germania devono essere aiutati ad imparare rapidamente il tedesco e trovare lavoro”.

Intervenendo al Bundestag Angela Merkel ha sottolineato la necessità di trarre insegnamento dall’esperienza che il Paese ha vissuto negli anni Sessanta con l’ingresso di lavoratori che provenivano dalla Turchia e ai quali non venne data l’opportunità di imparare la lingua. “Una nazione che accoglie le numerose persone che stanno arrivando, molte delle quali appartenenti ad altre culture, deve chiarire quali sono le regole che vigono qui – ha detto – su questo non vi sarà alcuna tolleranza”.

Dopo aver aperto le frontiere agli immigrati che stanno battendo la rotta balcanica, la Merkel chiede alla Germania di imparare dai suoi errori nella gestione dei gastarbaiter(lavoratori ospiti) nel periodo dopo la Seconda guerra mondiale per integrare i rifugiati e i richiedenti asilo. Gastarbaiter è il termine con cui nella seconda metà del secolo scorso venivano indicati gli stranieri arrivati per lavorare, principalmente da Turchia, Italia e Grecia. Per la cancelliera tedesca è necessario un approccio diverso anche a fronte del fatto che è previsto un numero record di 800mila arrivi entro la fine del 2015. “Quelli che arrivano come richiedenti asilo o rifugiati di guerra hanno bisogno di aiuto in modo da integrarsi velocemente”, spiega sottolineando che è necessario aiutare le persone a imparare velocemente il tedesco e trovare lavoro. “Molti di loro diventeranno nuovi cittadini del nostro Paese – mette in chiaro – dovranno imparare velocemente il tedesco e avere velocemente un lavoro”.

 

FONTE:ILGRANDECOCOMERO

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


1 + 5 =