LA FIGLIA DI CASAMONICA: “MIO PADRE? COME WOJTYLA”

 

La figlia di Casamonica: “Mio padre come Wojtyla. Rifarei quel funerale”

porta-a-porta_675

“Per noi lui era un re. Lui era un papà buono, assomigliava al Papa buono, che era Wojtyla”. Lo ha detto dal salotto di ‘Porta a Porta’ Vera Casamonica, figlia del capostipite del clan Vittorio, i cui funerali show lo scorso 20 agosto, con lanci di petali e le note della colonna sonora del Padrino, hanno provocato non poche polemiche a Roma, oltre a finire sui media di tutto il mondo.

“Il Padrino è un film che a lui piaceva, come gli piaceva quella musica. Da lassù mio padre è contento perché abbiamo fatto il funerale che piaceva a lui. Noi siamo abituati a fare i funerali così”.

Vera Casamonica, classe ’68, nega che il manifesto affisso sulla chiesa di don Bosco con la frase ‘hai conquistato Roma’ e la foto in versione Papa fosse un messaggio di potenza. “Lui non era vestito da Papa, lui vestiva così, gli piaceva così”, dice.

Qui, dice riferendosi agli ospiti in studio, la giornalista Fiorenza Sarzanini e il direttore Cusenza, “sono tutti vestiti di bianco, sono tutte papesse?”. E la frase ‘hai conquistato Roma’ significa “solo che ha conquistato il nostro cuore. Rifarei il funerale tale e quale, anche con l’aereo”.

“Io sono venuta per difendere mio padre. Degli altri Casamonica e di quello che hanno fatto non mi interessa niente. Lui non c’entra niente con la droga, né con mafia capitale”. I tanti soldi? “Veniva da una famiglia benestante” e poi “vendeva macchine”.

“Era amante dei motori – ha aggiunto – nonno e nonna erano grandi commercianti di macchine e non ci sta niente di male se l’aiutavano i genitori. I soldi per noi erano puliti”.

“Non è vero che mio nonno era un boss, era il capo della famiglia a casa sua, non a casa degli altri”, ha chiosato Vittorino Casamonica, nipote di Vittorio.

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

FONTE

http://www.tzetze.it/redazione/2015/09/la_figlia_di_casamonica_ospite_a_porta_a_porta_la_rete_massacra_vespa/

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


1 + 8 =