PICCHIATI BRUTALMENTE DA 4 ROM

SDDDD

È accaduto a Cagliari. Le due vittime sanguinanti sono riuscite a rifiggiarsi nel pronto soccorso di un ospedale dove sono stati medicati per numerose e pesanti tumefazioni a viso e corpo

Aggrediti e picchiati brutalmente in un campo rom. Vittime un giornalista ed un cameraman dell’emittente televisiva Tcs di Cagliari che, attorno alle 10 di questa mattina, si sono recati in un campo abusivo alla periferia nord di Cagliari, tra la Motorizzazione civile e il quartiere di Mulinu Becciu.

Antonello Lai e Matteo Campulla, reporter e operatore sarebbero stati accerchiati e malmenati da quattro o cinque rom.

Lai, conduttore del programma “Zona Franca” ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali per i suoi servizi a favore dei più deboli e degli emarginati. Oggi avrebbe dovuto girare un servizio sull’emarginazione in città per il suo programma, e intervistare gli abitanti del campo dopo le proteste dei residenti del vicino rione di Mulinu Becciu, stanchi dei roghi appiccati di notte tra le roulotte per bruciare materiale di ogni sorta. “Volevamo aiutarli e documentare le loro condizioni di vita”, ha detto al pronto soccorso ai carabinieri.

Stando alla prima ricostruzione dei fatti, non appena Lai e il cameraman sono scesi dall’auto sono stati affrontati da un gruppo di giovani che li hanno invitati ad andare via. Subito dopo è scattata l’aggressione: il giornalista è stato colpito con pugni e calci, così come il videoperatore.

Sanguinanti, sono riusciti ad entrare in macchina e a raggiungere il pronto soccorso dell’ospedale “Brotzu” dove sono stati medicati per numerose e pesanti tumefazioni a viso e corpo. Gli investigatori sospettano che i rom si siano indispettiti a causa dell’arresto di tre persone compiuto ieri sera dai carabinieri di Monserrato per riciclaggio e ricettazione di pezzi di auto rubate su internet.

Dopo l’aggressione, i militari della compagnia di Cagliari e i colleghi della stazione di Sant’Avendrace si sono recati al campo rom per cercare di ricostruire l’accaduto e individuare i responsabili del pestaggio, ma l’ hanno trovato semideserto: erano rimaste soltanto donne e bambini, gli uomini erano tutti spariti.

La videocamera dell’operatore, però, avrebbe registrato alcuni fotogrammi dell’accaduto. Ora è stata sequestrata dall’Autorità giudiziaria.

Solidarietà ai colleghi da parte dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna e dall’Associazione della Stampa Sarda:Preoccupa”, commentano Francesco Birocchi e Celestino Tabasso, presidenti di Ordine e Sindacato sardi, “il crescente clima di intimidazione nel quale sono sempre più spesso costretti a lavorare gli operatori dell’informazione. Sono purtroppo sempre più frequenti anche le aggressioni fisiche, ai danni di colleghi il cui unico obiettivo è informare il pubblico e dare voce a tutti”.

ENGLISH

It happened in Cagliari. The two victims were able to rifiggiarsi bleeding in the emergency room of a hospital where they were medicated for many and heavy swelling in the face and body

Attacked and badly beaten in a Roma camp. Victims a reporter and a cameraman of the television Tcs of Cagliari, around 10 this morning, they went in a squatter camp on the northern outskirts of Cagliari, between the Departments of Motor Vehicles and the district Mulinu Becciu.

Antonello Lai and Matthew Campulla, reporter and operator would be surrounded and beaten by four or five Roma.

Lai, host of the “Free Zone” has won numerous national and international awards for his services in favor of the weak and the marginalized. Today was supposed to run a service exclusion in the city for its program, and interview the inhabitants of the camp after the protests of residents of the nearby district of Mulinu Becciu, tired of burning hung in the night between the caravans to burn any kind of material. “We wanted to help them and document their living conditions,” said the emergency room to the police.

According to the first findings of fact, as soon as Lai and the cameraman fell from the car were confronted by a group of young people who invited them to go away. It is taken immediately after the attack: the journalist was hit with fists and feet, as well as the videographer.

Bleeding, they managed to get in the car and get to the hospital emergency room “Brotzu” where were medicated for many and heavy swelling in the face and body. Investigators suspect that the Roma are annoyed because of the arrest of three people taken last night by police in Montserrat for laundering and receiving of stolen car parts on the internet.

After the attack, the military company of Cagliari and colleagues station Sant’Avendrace went to the Roma camp to try to reconstruct what happened and identify those responsible for the beating, but the ‘found almost deserted: there were only women and children, the men were all gone.

The camera operator, however, would record a few frames of the incident. Now it was seized by the Judicial.

Solidarity with our colleagues from the Order of Journalists of Sardinia and the Association of the Press Sarda “worrying”, commented Francesco Birocchi and Celestino Tabasso Presidents of Order and Sardinian Union, “the growing climate of intimidation in which more and more often forced to work the information operators. It is unfortunately becoming more frequent even physical attacks, against fellow whose only goal is to inform the public and give voice to all. ”

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


5 + 2 =