Milano: alla mensa Arca mangiano solo i clandestini, italiano cacciato


CRONACA

di Claudio Bernieri e Luca Longo

Siamo in via Sammartini a Milano, dietro la Stazione Centrale. Centinaia di clandestini approdati coi gommoni arrivano ogni giorno a Milano, certi di essere alloggiati, vestiti e sfamati gratis. Il comune di sinistra, giunta Beppe Sala- Majorino, accoglie tutti. E pagano naturalmente i milanesi con le tasse altissime.

Ma cosa succede alla cooperativa Arca, il fiore all’occhiello della accoglienza cattocomunista?
Il razzismo contro gli italiani dilaga.. Qui sono ben accolti solo i clandestini..
Ma il rischio di una epidemia è solo una favola metropolitana?
Il clima è di Vacanze a Milano. Luca partecipa a una partitella, mentre si aspetta il pranzo offerto dai milanesi, che hanno notoriamente il cuore in mano, Milioni di africani lo sanno, e stanno arrivando sui gommoni per mangiare gratis.
La signorina ha una sorella in Germania, ma ha deciso di restare qui in Italia: qui si sta troppo bene, grazie alla cooperativa Arca che sforna tre pasti gratis al giorno
Qualcuno si fa uno spinello, offerto dalla cooperativa Leoncavallo
I telefonini sono ultimo modello e i disperati appaiono firmatissimi e alla moda…e poi ci sono le interviste in tv…

Ma guardate cosa succede se un povero italiano senza lavoro e senza casa cerca di mangiare alla mensa di Majorino: viene allontanato dai dipendenti …
La storia di Cosimo è quella di tanti italiani, restati senza lavoro, che cercano di sfamarsi alle mense caritatevoli……ma Cosimo non conosce il business della nuova accoglienza… Ogni giorno alla Stazione Centrale deve difendersi dalle violenze dei clandestini che ormai comandano nella zona…Cosimo dorme su ulna macchina parcheggiata per strada, mentre i clandestini vengono alloggiati nelle villette di lusso, come a Capalbio, buen ritiro dei radical chic…


IMOLAOGGI

e’ un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Fai una donazione con PayPal


IBAN: IT78H0760105138288212688215

loading...


fonte qui

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


8 + 4 =