REFERENDUM, BROGLI PAZZESCHI! FURIA SALVINI E PIERO PELU’: ECCO COSA STA ACCADENDO AI SEGGI


L’ombra dei brogli sul referendum. La bomba la sgancia Piero Pelù sulla sua pagina Facebook, dove posta la foto della denuncia sporta dopo aver votato. Il cantante, infatti, afferma che “la matita che ho usato per votare era cancellabile. Dopo aver provato su un foglio e averlo constatato ho denunciato la cosa al presidente del mio seggio”. Dunque, nella nota a verbale postata online si legge: ” “Il votante PieTro Pelù tessera elettorale n. 078449246 ha posto il problema che la matita per la votazione data in dotazione facendo una prova su un foglio risulta NON-INDELEBILE”. A Pelù, online, si è fatto notare che la matita è cancellabile su carta normale e non sulla scheda elettorale. Chi però ha subito azzannato è stato Matteo Salvini: “Pazzesco! Cominciano ad arrivare segnalazioni (le prime da Roma e Mantova) di matite elettorali che si possono cancellare con una semplice gomma!”, ha commentato il leader della Lega Nord. Protesta, per inciso, cavalcata anche dai grillini, scatenati su Twitter. In seguito, in numerosi seggi, è scoppiata la protesta: i cittadini provavano le matite e si rifiutavano di votare.



Di seguito, il post di Piero Pelù

Proteste anche a Mantova. E ancora, Salvini ha fatto sapere alle autorità delle “irregolarità che sono state verbalizzate, e in vari casi denunciate a polizia e carabinieri”. Quindi, il leader del carroccio ha invitato tutti i cittadini a “chiedere una prova al presidente di seggio prima di entrare in cabina” e, nel caso di irregolarità, di sporgere immediatamente denuncia. “Occhi aperti e massima vigilanza – ha concluso Salvini – non facciamoci fregare”.

E ancora, a Roma, la testimonianza di un vigile, Alessandro Giglio, che al Messaggero ha raccontato quanto gli è accaduto al seggio in mattinata: “Sono andato a votare al seggio di via Signorini, nella sezione 2185, e mi sono accorto che le matite erano strane. Così ho provato a cancellare il segno che avevo fatto sulla scheda. Sorpresa – continua – il segno se n’è andato senza lasciare traccia. Sono uscito e ho segnalato il caso. Ho provato 7 matite diverse davanti al presidente di seggio, sul tavolo c’era persino una matita con la gomma dietro”. Quando ha provato a lamentarsi al seggio, gli scrutatori gli hanno risposta: “Se non si fida, può venire a fare lo spoglio con noi”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI)

FONTE

LIBERO

loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


1 + 5 =