“LA BOSCHI PIANGE? ANCHE I TRUFFATI DI BANCA ETRURIA PIANGONO”: LA VELINA DI RENZI BASTONATA ANCHE NEL SUO COMUNE!

Schermata-2016-12-05-alle-14.42.45.jpg


Il leader del Carroccio esclude qualsiasi sostegno a un governo di scopo e affonda il colpo contro il governo Renzi: “Ha fallito, ora lasci. Voto con qualsiasi legge elettorale”

Matteo Salvini gongola. Di più, esulta. Questa mattina si presenta in conferenza stampa raggiante, deliziato dal compito che lo attende: commentare una vittoria che è effettivamente storica.

Il segretario del Carroccio ha già svestito la felpa che ama indossare quando si aggira per i mercati e ha indossato una più istituzionale giacca blu e camicia bianca. I toni, però, sono già quelli da campagna elettorale.

“Grazie agli italiani per questa vittoria – gioisce – Ora però subito al voto, con qualsiasi legge elettorale. Rifiutiamo il sostegno a qualsiasi governo di scopo. Rifiutiamo altri sei mesi di dibattito sull’Italicum o sul Consultellum o su altro. Nel frattempo vigileremo contro eventuali capriole del premier: ha detto che si dimette e si deve dimettere.”



E ai cronisti che gli chiedono delle lacrime di Maria Elena Boschi, prima relatrice della riforma e grande sconfitta di questa consultazione elettorale, ricorda che hanno pianto anche i risparmiatori di Banca Etruria.

BOSCHI SCONFITTA A LATERINA, IL SUO PAESE

Da http://www.lanazione.it

Le sono mancati 23 voti: anzi, meno perché grazie al gioco dei sì e dei no le sarebbe bastato che dodici dei suoi compaesani avessero votato al contrario per non incassare la sconfitta più dolorosa. Quella nel suo paese, Laterina.

Certo, poco è più doloroso che vedersi respingere con 19 milioni di voti la riforma che porta il tuo nome:  Maria Elena Boschi, per mesi considerata l’astro nascente della politica italiana. Ci sono stati perfino analisti che avevano ipotizzato una staffetta alla guida del governo tra lei e Renzi, la sua navicella pilota nel porto della politica italiana.

Poi sono iniziati gli scricchiolii: culminati con la vicenda di Banca Etruria, che le è costata carissima anche se in sostanza ha semplicemente pagato le eventuali colpe del babbo.

loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


2 + 9 =