CLAMOROSO, ESISTE UN SINDACO ONESTO! HA RICEVUTO UN PACCO DI NATALE CON DENTRO UNA VALANGA DI SOLDI CASH: ECCO COSA HA FATTO

Schermata-2016-12-08-alle-10.45.31.jpg


Cerignola, il sindaco trova 20mila euro nel pacco di Natale e chiama la polizia: “Non mi vendo”

La mazzetta nascosta in una scatola di dolci è stata consegnata alla polizia: “Mi è stata donata da un imprenditore che vuole presentare il progetto per una discarica”

FOGGIA – Ventimila euro in contanti, divisi in due blocchi da 10mila euro ciascuno, nascosti in una scatola di pasticceria secca e racchiuso in una innocente busta natalizia. E’ il cadeau che il sindaco di Cerignola, Franco Metta (eletto con il centrodestra), si è visto recapitare in Comune, a mano, da un imprenditore del Foggiano.
schermata-2016-12-08-alle-10-45-17
Erano da poco passate le 14 del 7 dicembre e Metta stava consumando uno spuntino nel suo ufficio quando è arrivato il pacco di dolci. Non appena aperta la scatola, però il sindaco e il suo staff sono rimasti di stucco. “Un gesto di una volgarità e di una spiacevolezza inaudita”, denuncia il primo cittadino. “Un oltraggio alle istituzioni da parte di chi pensa di poter comprare tutto, anche le persone”. Il giudizio di Metta è netto. E ha immediatamente allertato gli agenti del commissariato di Cerignola che hanno acquisito il pacco (un chiaro tentativo di corruzione) e i filmati delle telecamere del Comune che immortalano la sequenza della consegna del pacco natalizio.



Il sindaco Metta (che è anche presidente dell’autorità di bacino di Foggia) ha fatto nome e cognome del soggetto che ha bussato alla sua porta e che “il prossimo 14 dicembre – spiega – sarebbe stato ricevuto in Comune per presentare,

insieme ad un socio, un progetto di finanza legato alla realizzazione del sesto lotto di discarica per Sia”, l’azienda che si occupa di raccolta e smaltimento rifiuti in zona. Sull’accaduto sono in corso le indagini della polizia. “In 40 anni di carriera come penalista non mi era mai capitata una cosa del genere”, chiosa Metta. “In questa vicenda ho fatto semplicemente quello che è normale e doveroso fare. Niente di più”.
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI)

FONTE

BARI.REPUBBLICA.IT



loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


9 + 5 =