SCANDALOSO RENZI: ADESSO PROVA A RICATTARE MUMMIA MATTARELLA PER METTERE A POSTO I SUOI AMICHETTI

Schermata-2016-12-08-alle-12.49.28.jpg


IL RICATTO DI RENZI A MATTARELLA CHE SI GIOCA TUTTE LE CARTE PER RIMANERE A PALAZZO CHIGI E GESTIRE COSÌ LE PROSSIME NOMINE – SI LAMENTA CHE I GIOVANI NON L’HANNO VOTATO MA NON COGLIE CHE I MILLENNIALS VOGLIONO UN LEADER CHE COMPRENDA I LORO BISOGNI – LEGA E M5S PROVE DI ACCORDO PER STRAVINCERE LE PROSSIME ELEZIONI?

Luigi Bisignani per “Il Tempo”

Non  siamo davanti a una crisi ma forse a un suicidio politico. Matteo Renzi è andato avanti per mesi cercando di carpire il consenso di tutti per perpetuare se stesso senza riuscire a capire le esigenze reali dei cittadini e tagliandosi le gambe da solo. Si lamenta che i giovani non l’hanno votato ma non coglie che i millennials piuttosto che i bonus vogliono un leader che comprenda i loro bisogni.



Ha pensato di convincere invadendo le tv ma ha ottenuto il risultato contrario. Si è fatto consigliare da un americano abituato ad algoritmi e big data che in Italia non funzionano. E se con un colpo di genio domenica, con Agnese accanto, aveva fatto un grande discorso, dopo otto ore è ritornato la solita scheggia impazzita, cominciando a fare di tutto con Mattarella per tenersi la scena e magari ottenere un nuovo incarico, nonostante gli impegni solenni di ritirarsi a vita privata.

 

Ha finito per distruggere il Partito Democratico, all’interno del quale in maniera bulgara ha impedito il dibattito, e cercato anche di mettere in un angolo Forza Italia e Silvio Berlusconi. Ma è possibile che un leader su cui in tanti ancora sperano perda così velocemente il controllo di se stesso?

Con il rischio di consegnare il Paese a Lega e Cinque Stelle che stanno giustamente pensando di mettersi insieme e provare a cambiare davvero l’Italia. Anche perché mai come ora quelli che la ‘elite’ chiama sprezzantemente i populisti sono vincenti. Ed un pugno di nomine da fare in primavera non bastano per giocarsi una reputazione.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI)

FONTE



loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


6 + 7 =