ANZIANO PRENDE A FUCILATE IL LADRO RUMENO? DOPO 10 MESI DI ARRESTI DOMICILIARI, ECCO COSA HA DECISO IL GIUDICE

Schermata-2016-12-09-alle-14.46.45.jpg


Il romeno armato di accetta scoperto a rubare in giardino. L’anziano lo prende a fucilate e viene messo ai domiciliari per 10 mesi. Ieri il giudice l’ha assolto

Il ladro romeno brandiva un’accetta in mano. Era entrato nel suo giardino per derubarlo.

Voleva portargli via i cavi di rame e diveersi attrezzi che aveva trovato nella proprietà. Umberto se l’è trovato davanti e si è preso paura. Lo ha preso a fucilate, senza ammazzarlo. E per questo ha subito un lungo processo per tentato omicidio che gli ha portato via due anni della sua vita. Ieri, al termine di questo lungo calvario, è stato assolto. Il giudice ha ammesso che si è trattato di legittima difesa. Ma adesso chi risarcirà il 72enne dei dieci mesi passati agli arresti domiciliari?

Non era certo la prima volta che i ladri entravano nel giardino della sua tenuta agricola, nella campagna romana, per derubarlo. Umberto ci aveva fatto il callo. E aveva imparato a convivere con la paura di essere aggredito. Lo faceva tenendosi il fucile a portata di mano. Perché, nonostante le continue denunce, nessun agente si era mai presentato a Cesano per difenderlo. Non gli restava, quindi, che difendersi da solo. Così, quando il 5 giugno del 2014 un romeno è entrato nella sua proprietà per derubarlo, non aveva esitato un secondo a difendersi. Anche perché il ladro brandiva in mano un’accetta.



Il ladro è un romeno di 28 anni. Come rivela il Messaggero, la sua fedina penale è lunga un chilometro. Non ha una fissa dimora e ha alle spalle diversi precedenti penali. Nonostante Umberto gli abbia sparato solo quando il malvivente gli si è fatto contro, è stato arrestato e indagato per tentato omicidio mentre il ladro si è beccato solo una denuncia per tentato furto. Per l’anziano sono quindi scattati gli arresti domiciliari. Il pm lo accusava, infatti, di aver sparato a un uomo in fuga, quindi non pericoloso. E per questo aveva chiesto sei anni di carcere. A due anni e mezzo dai fatti, però, è arrivata l’assoluzione. Umberto ha sparato per legittima difesa.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI)

FONTE

IL GIORNALE



loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


6 + 6 =