“SI E’ TRADITO DA SOLO…”: LA MELONI SMASCHERA GENTILONI, IL NUOVO BURATTINO DEI POTERI FORTI

Schermata-2016-12-12-alle-14.40.38.jpg


“Riteniamo sia quella maggioranza a doversi prendere il peso della situazione in cui si trova l’Italia, Renzi ha avuto l’irresponsabilità di consegnare l’Italia a questa situazione. Renzi ha portato avanti una sorta di ricatto: votate Sì al referendum altrimenti Italia resta impantanata”. È scatenata, Giorgia Meloni, dopo le consultazioni di Fdi con il premier incaricato Paolo Gentiloni alla Camera. La Meloni si è presentata, ha incontrato l’ex ministro degli Esteri e ha compreso come stanno le cose: il quasi-premier non ha la minima intenzione di andare alle urne in tempi rapidi. Anzi, l’obiettivo sarebbe arrivare al termine della legislatura, al 2018. Lo ha detto chiaro e tondo Ignazio La Russa, che ha preso parte alle consultazioni: “Gentiloni è stato onesto – ha spiegato -, ci ha confermato che resterà in carica finché avrà la fiducia” delle Camere, “anche fino al termine della legislatura nel 2018. Noi, invece, abbiamo chiesto tempi certi per andare al voto, vedremo”, ha concluso La Russa.



Complotto svelato, insomma. Italiani fregati ancora. E la Meloni, da par suo, non fa altro che confermare quanto detto da La Russa: “Se pensasse di arrivare alla fine della legislatura, sarebbe un governo che ha la maggioranza nel Palazzo ma la minoranza nel Paese – ha sottolineato -. Questo è un governo che nasce già senza avere la fiducia degli italiani”. Quando le è stato chiesto perché FdI ha partecipato alle consultazioni, la Meloni ha spiegato: “Siamo qui per rispetto istituzionale, lo stesso che a Gentiloni, Renzi e al Pd chiediamo di avere anche nei confronti degli italiani, che vogliono discontinutà e che non si sentono rappresentati da questa maggioranza e da Renzi. Riteniamo quindi intollerabile un gioco delle tre carte con Renzi che fa finta di dimettersi e mette a Palazzo Chigi un prestanome, con le stesse facce, la stessa maggioranza e le stesse politiche”, ha concluso.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI)

FONTE

LIBERO



loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


3 + 9 =