SCANDALO MORETTI: SI FINGE MALATA PER ANDARE IN INDIA AL MATRIMONIO MILIONARIO. PECCATO CHE DOVEVA VOTARE PER IL BILANCIO

Schermata-2016-12-15-alle-11.58.12.jpg


1. QUESTO SÌ CHE È LADYLIKE: FINGERSI MALATA PER ANDARE A UN MATRIMONIO MILIARDARIO IN INDIA! L’EX VALCHIRIA BERSANIANA ALESSANDRA MORETTI NE COMBINA UN’ALTRA DELLE SUE
2. IN REGIONE VENETO SI DISCUTEVA LA LEGGE DI BILANCIO, LEI MANDA UN MESSAGGIO AI COLLEGHI PD: ”SONO MALATA”. MA POI PUBBLICA UNA FOTO SU INSTAGRAM DALL’INDIA!
3. STAVA A JAIPUR PER FESTEGGIARE I 4 GIORNI DI NOZZE DEL RICCHISSIMO ORAFO, E RISPONDE CON UNA CERTA FACCIA TOSTA: ”SONO AMMALATA DA VIAGGIO”. E POI BLOCCA IL PROFILO
4. EX VICESINDACO DI VICENZA, EX PORTAVOCE DI BERSANI, EX DEPUTATO ED EX PARLAMENTARE EUROPEO: INCARICHI MAI PORTATI A TERMINE PER BRAMOSIA DI RUOLI SEMPRE PIÙ PRESTIGIOSI
5. IL SALTO DELLA POLTRONA SI È INTERROTTO CON L’UMILIANTE SCONFITTA IN VENETO (22,8%)

 

1. LA MORETTI FA L’ INDIANA

Filippo Facci per Libero Quotidiano

La diessina Alessandra Moretti, ogni tanto, spara delle cazzate spaziali: ma siamo abituati, l’ abbiamo sempre perdonata perché ha quest’ aria da amica belloccia che devi far ubriacare sperando che la serata finisca bene. Ora però è malata, poverina: qualche giorno fa l’ ha ammesso anche lei per giustificare l’ ennesima sua assenza dal consiglio regionale del Veneto, dove si discuteva la legge di stabilità.

Che malattia ha? Vige la privacy, ma qualcosa si è intuito quando sul suo profilo Instagram la signora ha postato una foto dal luogo di degenza in cui si trova: a Jaipur (India), dove è andata per folleggiare al matrimonio di un imprenditore che ha organizzato quattro giorni di festeggiamenti.

La Moretti non ha violato nessuna regola, risulta semplicemente «assente». Il problema è che l’ hanno beccata, e che lei – ma che simpatica, che disinvolta! – ha risposto così: «Sono ammalata da viaggio». Ecco, che sia malata è l’ unica cosa certa: però stia attenta, si riguardi, sono tempi difficili. Ci sono in giro un sacco di infermieri che la curerebbero con la tomaia delle loro scarpe.

 2. LA MORETTI SE LA GODE IN INDIA

Alessandro Gonzato per Libero Quotidiano

 «Oh, ma dov’ è la Moretti?». «Ssshh! Non c’ è, ha l’ influenza». «Ma come ha l’ influenza, se è in India…». «In India?». «Ma sì, è a Jaipur, ha anche messo delle sue foto su Instagram. Guardate!». «Ma va in mona, non è vero! Aveva detto che stava male!». «Macché male, è stata lei a pubblicarle!».

Siamo nell’ aula del Consiglio regionale del Veneto. In pochi secondi il surreale dialogo tra alcuni consiglieri deflagra. Risate da una parte, quella della maggioranza, Lega, Forza Italia, Fratelli d’ Italia e civiche varie di centrodestra. Imbarazzo e scrolloni di testa dall’ altra, quella dell’ opposizione, soprattutto Pd, di cui Alessandra Moretti è addirittura capogruppo.

 



L’ ex vicesindaco di Vicenza, ex deputato ed ex parlamentare europeo renziano (prima era la portavoce di Bersani) – incarichi mai portati a termine per bramosia di ruoli sempre più prestigiosi – ne ha combinata un’ altra. A Venezia, l’ altro giorno, si discuteva sul “collegato alla legge di stabilità”. Di cose importanti, dunque, mica dello “stile Ladylike”, uno degli argomenti di punta sfoderati dalla Moretti durante la disastrosa campagna per le regionali del 2015.

Ma il capogruppo Dem non c’ era. A molti colleghi aveva detto di essere in malattia. In realtà, assieme all’ assessore alla Sicurezza di Vicenza, Dario Rotondi, presenziava allo sfarzoso matrimonio di Jorge Sharma, imprenditore del settore orafo. Jorge, per il matrimonio con la sua Venuka – celebrato lunedì – ha voluto con sé tutti gli amici, tra cui Alessandra.

Ospitati al Rajmahal Palace di Jaipur, un 5 stelle con stanze grandi quanto appartamenti e piscine immerse in saloni da mille e una notte: è stata festa grande e lussuosa.

Le celebrazioni sono durate quattro giorni – da sabato a martedì – ma quanto sia effettivamente durato il soggiorno indiano di Ladylike non lo sappiamo. Così come non abbiamo certezza, e anche se le fonti sono attendibili (“Il Giornale di Vicenza”, il primo a segnalare una delle fotografie) si fa fatica a credere, se sia autentica la giustificazione della diretta interessata: «Sono fuori città e ammalata da viaggio».

Ma che cosa diavolo vuol dire? Boh. In ogni caso, non affannatevi a cercare le foto su Instagram: accortasi della gaffe, la Moretti ha bloccato il suo profilo. E dunque non potete rintracciare nemmeno il suo commento a uno degli scatti che la ritrae accovacciata in mezzo a donne e bambini: «Un viaggio che apre gli occhi sul mondo».

Già.

 Per Alessandra è una gaffe dietro l’ altra, e non citiamo quelle più datate. Pochi giorni fa aveva criticato la decisione del Consiglio regionale di votare a favore del bilinguismo veneto-italiano. Per risposta si era beccata proprio dell’«assenteista» dal consigliere della Lega Nicola Finco. D’ altronde, che la Moretti sia spesso assente è un dato di fatto, e infatti anche quando era stato votato il bilinguismo non c’ era.

A inizio novembre, dopo aver fatto il diavolo a quattro per far cambiare l’ ordine del giorno di una seduta, finalmente – alle 21 – era arrivato il momento di discutere una sua mozione per intitolare un’ aula del Consiglio a Valeria Solesin, la giovane ricercatrice veneziana uccisa nella strage del Bataclan di Parigi. Com’ è andata? La mozione è passata, ma al momento di illustrarla la Moretti non c’ era. E l’ aveva proposta lei! «Aveva un impegno» era stata la giustificazione di un collega del Pd. A quel punto il consigliere “zaiano” Valdegamberi se n’ era andato sbattendo la porta e seminando imprecazioni.

 

Sul sito www.alessandramoretti.it, ultimo aggiornamento risalente al 1° giugno 2015, campeggia una dichiarazione: «Congratulazioni a Zaia. È stata una campagna elettorale bellissima, ora faremo opposizione». Dall’ India?

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI)

FONTE

dagospia

loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


7 + 1 =