TURCHIA, AMMAZZATO L’AMBASCIATORE RUSSO! L’ATTENTATORE (POI UCCISO DALLE TESTE CUOIO) HA GRIDATO: “NOI MUORIAMO AD ALEPPO, TU QUI” – ORA CHE FARA’ PUTIN?

Schermata-2016-12-19-alle-17.27.25-644x390.jpg




Andrei Karlov stava tenendo un discorso alla mostra d’arte sponsorizzata dall’ambasciata nella capitale. Il diplomatico è morto poco dopo l’attentato, secondo l’agenzia di stampa russa Ria

L’ambasciatore russo ad Ankara, Andrey Karlov, è morto in un’aggressione a mano armata. Il diplomatico russo stava tenendo un discorso all’inaugurazione della mostra d’arte «La Russia vista dai turchi» nella capitale turca quando un uomo in giacca e cravatta gli ha sparato più volte. Anche altre persone, almeno 3, sono rimaste ferite. Dopo l’attacco l’attentatore è stato ucciso in un blitz delle forze speciali.



L’attentatore

Secondo le prime informazioni l’attentatore sarebbe un islamista radicale di circa 25 anni. Avrebbe prima sparato in aria e poi, quando i presenti si sono dati alla fuga, ha rivolto l’arma contro Karlov gridando «Allahu akbar , non dimenticate Aleppo e la Siria» . Sul posto, secondo Hurriyet, è arrivato il ministro dell’Interno di Ankara Suleyman Soylu.

L’aggressione prima di un incontro sulla Siria

L’aggressione arriva alla vigilia dell’incontro tra il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu a Mosca con l’omologo russo, Sergei Lavrov e quello iraniano Javad Zarif per discutere della situazione in Siria. Da giorni in Turchia si susseguono le manifestazioni di protesta contro il coinvolgimento di Mosca nel conflitto siriano.

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

FONTE

CORRIERE



loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


9 + 9 =