“UN FALLITO SENZA CERVELLO”: COSI’ PUTIN ASFALTA OBAMA DOPO LA PAGLIACCIATA DELLE ESPULSIONI DEI DIPLOMATICI DAGLI USA

Schermata-2016-12-30-alle-12.12.22.jpg


Dalla Russia ritorsioni contro Washington dopo l’espulsione dei 35 diplomatici. “Così Obama ha distrutto il prestigio e la leadership degli Stati Uniti”

Il nervosismo e la rabbia, al Cremlino, sono palpabili. All’indomani della decisione di espellere trentacinque diplomatici russi dagli Stati Uniti, la Russia attacca duramente Barack Obama che, a meno di un mese dal passaggio di consegne, lascia a Donal Trump una grana senza precedenti.

Perché, dopo le pesanti accuse di aver interferito nel voto americano e le nuove sanzioni, i rapporti con Vladimir Putin non sono mai stati così pessimi.



La prima reazione del Cremlino è affidata al commissario per i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto del ministero degli Esteri russo, Konstantin Dolgov. “Le nuove sanzioni contro la Russa – tuona – sono controproducenti e danneggiano il ripristino dei legami bilaterali”. E, a poche ore dall’espulsione dei trentacinque diplomatici russi, ha deciso di chiudere la scuola anglo-americana di Mosca, frequentata anche dai figli del personale delle ambasciate britannica e canadese ma anche da molti ragazzi americani, e ha fatto bloccare l’accesso alla residenza per le vacanze a disposizione dell’ambasciatore americano a Serebryany Bor, vicino a Mosca. La partita non è chiusa qui. Dal Cremlino fanno, infatti, sapere che saranno presto annunciate altre misure.

“L’America e il popolo statunitense sono stati umiliati dal loro presidente – ha scritto su Facebook la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova – non da truppe internazionali né da truppe nemiche. Questa volta lo schiaffo a Washington lo ha dato proprio il suo signore”. La Zakharova ha, quindi, accusato l’amministrazione uscente di essere “un gruppo di falliti in politica estera, arrabbiati e poco intelligenti, che hanno dato una svolta distruttrice al prestigio e alla leadership degli Stati Uniti”.

 

 

FONTE:

IL GIORNALE



loading...


Source link

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


9 + 3 =